Tacs.it

Un’estate di emozioni: TACS tra vino e ferro

Si conclude, per il Casentino, la caldissima stagione estiva del 2017: mentre le nostre menti ritornano, con un po’ di nostalgia, al pensiero di giornate brevi e fredde e all’imminente ritorno di indumenti più pesanti, il nostro cuore rimane ai magnifici eventi che hanno caratterizzato questo finale di stagione nella nostra splendida.

Pensiamo alla XXI^ Edizione del Gusto dei Guidi, il festival dei vini toscani che ha animato la splendida cornice di Poppi, borgo riconosciuto tra i più belli d’Italia.  Le suggestive cantine del paese si sono trasformate dal 24 al 29 agosto in stand in cui degustare le produzioni DOCG e DOC della nostra regione. Un appuntamento annuale oramai diventato un must per abitanti locali, esperti e turisti, che si ritrovano in massa per gustare in compagnia un bicchiere di buon vino ai piedi del Castello di Poppi, maniero che ispirò Arnolfo di Cambio nella  progettazione di Palazzo Vecchio a Firenze.ù

E come non citare la XXII^ Biennale d’Arte Fabbrile e il Campionato di Forgiatura di Stia (31 agosto – 3 settembre), evento atteso dai fabbri di tutto il mondo che trovano, in questo angolo di Toscana, la capitale della propria arte e l’humus per competere e collaborare in idee e realizzazioni. Come sempre, il risultato della manifestazione è stato eccezionale, così come il flusso di visitatori confluiti in tutto il paese per visitare gli stand o per assistere “in diretta” alle creazioni di maestri internazionali che si alternavano alle fogge di Piazza Mazzini.

La qualità degli eventi e la loro riuscita sono, per la nostra azienda (sostenitrice della due manifestazioni) un motivo di vanto che ci spinge non soltanto a credere sul territorio e a investire sul suo futuro, ma anche un input che ci rende orgogliosi di portare il Casentino nel mondo grazie al Panno che lo ha reso celebre nella moda, nella cinematografia, nella storia.

Un compito quotidiano che alimentiamo con l’impegno nella produzione di un tessuto di qualità certificata, colorato e caldo come gli ambienti di questa vallata e lo spirito d’accoglienza della sua gente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *